Mamma Flora: una cuoca imprenditrice

Oggi parliamo di sogni che prendono vita. Con questo articolo voglio raccontarvi di Maria Apicella, founder e owner del brand Mamma Flora.

Perchè? Perché Maria è stata capace di lasciare tutto e inseguire la sua vera passione: la cucina.

Due anni fa ha dato le dimissioni dal suo ruolo da Sales Analyst & Insight Manager da Christian Dior ed è partita per l’India. Dopo tre mesi di avventura è tornata a Londra per lanciare il blog Mamma Flora e, proprio grazie al blog, ha iniziato a costruire il suo più grande sogno: un’azienda Made in Italy capace di far provare l’eccellenza della cucina italiana all’estero.

Maria oggi è alla guida di un’azienda con prodotti  buoni, sani, di qualità e soprattutto italiani. E’ una ragazza della costiera Amalfitana ma con l’aria internazionale, ha studiato a Torino, Parigi e Londra, dove adesso vive. Sorride, felice e soddisfatta dell’azienda che è riuscita a creare e che sognava fin da bambina.

Oggi sono riuscita ad incontrarla, ecco cosa le ho chiesto.

Com’è nato il brand Mamma Flora?

“Il brand nasce dai sughi che mi mandava mia mamma da casa quando mi sono trasferita a Torino. Da subito i miei amici hanno iniziato a chiamarli “i sughi di Mamma Flora” e appena arrivavano da Napoli non duravano più di qualche giorno, tutti li volevano assaggiare!

I sughi mi hanno sempre ricordato l’aria di casa, la costiera Amalfitana, la mia famiglia e soprattutto mia mamma, Mamma Flora, che con passione condivideva con me tutti le sue ricette e non mancava mai di mandarmi i suoi deliziosi piatti.

Mamma Flora è un nome legato al territorio e alla famiglia, è un brand emotivo: riesce a trasmettere quella sicurezza che solo una mamma riesce a darti e la genuinità di un pasto in famiglia.”

Qual è il portafoglio prodotti di Mamma Flora?

“Inizialmente siamo partiti con due sughi, quello ai pomodori rossi, con basilico e cipolle, e quello giallo, con tonno e scorza di limone grattugiata. Adesso abbiamo aggiunto due pesti: alla zucca e ai pomodorini secchi.

Da poco abbiamo iniziato ad offrire ai nostri clienti anche la pasta Mamma Flora, prodotta nella città di Gragnano in uno dei pastifici storici. La qualità di questa pasta è imbattibile.

Per rispondere all’esigenza del mercato, abbiamo creato anche la pasta gluten-free ed è buonissima: prodotta da maestri pastai, rimane al dente e ha la giusta consistenza della pasta italiana.

Il prossimo anno verrà ampliata la linea dei sughi, ma non posso ancora rivelare i dettagli!”

Che materie prime utilizza il brand Mamma Flora?

“Noi utilizziamo solo prodotti naturali, non ci sono agenti chimici nè conservanti o coloranti. Ci sono solo gli ingredienti che la ricetta richiede.

Il grano della nostra pasta è 100% made in Italy ed è 100% tacciabile. E’ una pasta composta dal 14% di proteine: è un “buon glutine”, altamente digeribile e non pesante. Per vedere se un prodotto è di qualità basta vedere il numero di ingredienti: il nostro sugo rosso ne ha solo 5, come se fosse fatto in casa.

Questo è un mercato che sta crescendo: le persone sono sempre più focalizzate sulla qualità del prodotto e la provenienza degli ingredienti. La prospettiva oggi è cambiata, le persone non cercano più il prodotto economico ma sono alla ricerca di prodotti  sani, freschi, di qualità e di origine controllata.”

Quanto è importante il Made in Italy per te?

Il Made in Italy per me è fondamentale, è una sicurezza: il cliente lo riconosce e si fida del prodotto italiano.

Sicuramente la possibilità di poter inserire “Made in Italy” sui prodotti Mamma Flora è stato un trampolino di lancio. La possibilità di parlare ai miei clienti e comunicare loro che il prodotto è italiano è quasi un vanto e mi permette soprattutto di essere sicura di quello che vendo, della qualità del prodotto e della provenienza degli ingredienti e di come sono trattati.

Sicuramente il made in Italy per Mamma Flora è stato un trampolino di lancio.

Cosa consigli a chi vuole intraprendere la tua strada?

“Questa è una domanda difficile (sorride pensierosa).

Sicuramente a me ha aiutato il poter fare quello di cui sono appassionata. Non mi è mai pesato lavorare 20 ore al giorno e non staccare mai il weekend, ho sempre viaggiato per lavoro per incontrare i fornitori , promuovere il brand nei negozi non mi pesa perchè parlo di un prodotto di cui sono appassionata. Cooking class non mi pesano sono molto appassionata.

Vi consiglio di cercare un co-founder o comunque una persona che possa aiutarvi nei processi e nella crescita aziendale, la scelta di diventare imprenditore è una scelta che può portare tanto alla solitudine. Avere un braccio destro o qualcuno che ci supporti e ci stimoli è fondamentale.”

Condividi con noi la tua ricetta preferita:

Sicuramente la carbonara: ne sono ossessionata! E’ un piatto che si prepara in 15 minuti ed è delizioso. La mia ricetta è la migliore e la trovate online sul blog!”

Per la ricetta completa di Mamma Flora clicca il maxi button!
Mamma Flora oggi è concentrata sull’Inghilterra ma sta pensando di entrare nel mercato italiano “Sicuramente l’Italia è un mercato da aprire al più presto, per noi il buon cibo è fondamentale e i prodotti Mamma Flora potrebbero avere un ottimo potenziale in città come Milano.”
E allora in bocca al lupo Mamma Flora, noi dall’Italia facciamo il tifo per te!

 

Tags from the story
, ,
More from Erica Foodetails

Amedeo Osteria Contemporanea: tradizionale creatività

Il 21 maggio 2019 a Torino, in via Principe Amedeo, é stato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *